A Treviso dalla prigionia al mondo

Si chiama "Sahara. Ciò che è scritto rimarrà" ed è la prima sezione della collezione di "Imago Mundi", una raccolta di opere di 25 mila artisti di 150 Paesi del mondo appartenente a Luciano Benetton, ad essere esposta nella ritrovata sede delle antiche carceri asburgiche di Treviso. L'immobile, nel pieno centro di Treviso, acquisito da Edizione Holding, la "cassaforte" di casa Benetton nel 2013, e ristrutturato su progetto dell'architetto Tobia Scarpa, è stato ufficialmente aperto al pubblico alla presenza, fra gli altri, dello stesso Benetton. "Questo spazio - ha detto - lo abbiamo chiamato 'Galleria delle prigioni' e la nostra intenzione è quello di farlo diventare una meta anche per chi viene in visita alla città attraverso la gestione della Fondazione Benetton". La prima sezione delle opere sarà esposta fino al 20 maggio.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Oggi Treviso
  2. Il Giornale di Vicenza
  3. Treviso Today
  4. Il Giornale di Vicenza
  5. Padova Oggi

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Quero Vas

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...